5 • Possiamo chiamarla (la) Stella del Destino

(…) Diventa una stella. Possiamo chiamarla… “(La) Stella del Destino”?!. La figura è reale e si può fare solo se ci sono tutti e dodici i triangoli. Si “compone” dai dodici. (NON sono le singole “buste” con quei gruppi indicati dalla scansione temporale di ripresa fotografica, saranno tranquilla mente raggruppati a caso fra tutti, secondo un criterio di gioco (composizione) da definirsi)

Quando i dodici sono “composti” è perché si possa rivelare il tredicesimo: la Stella.

La Stella interna e squaderna. I dodici triangoli formano due (2) tetraedri (4 triangoli) che segnano la struttura delle 12 diagonali di un cubo. Ogni triangolo, per poterlo fare, deve avere tre (3) tagli.

La figura minima formata da piani (!) è il tetraedro: quattro piani. Un solo tetraedro di quattro piani non si compone in solido se non ha un artificio. L’artificio minimo sono i tre tagli su ognuno dei quattro triangoli che, però, SOLO (…)

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Studio Grafico Editoriale di Maurizio Barut
tel. 3428532357, via Silvio Marcuzzi 9
33052 Cervignano del Friuli UD • info@barut.it
C. F. BRT MRZ 58C13 D548T • P. IVA 01431950300

Pin It on Pinterest